top of page
  • Immagine del redattoreSoul Collection

Kelela al Tiny Desk

La cantante si è esibita al famoso show di NPR



Kelela ha colto l'occasione del Tiny Desk per creare qualcosa di nuovo. Ha scambiato i pezzi chiave delle sue registrazioni (batteria dura ed effetti) con un'arpa e un pianoforte. Ci ha anche lanciato una sfida o due. Sebbene non ci fossero molti corpi dietro il Desk, gli strumenti lasciavano poco spazio al movimento. La pianista Briley Harris era barricata tra i tasti e le voci di sottofondo Brittney Mills e Alayna Rodgers erano rannicchiate accanto alla grande e bella arpa di Ahya Simone. Quando un artista ci presenta una visione distintiva e creativa per la sua performance, la parte più divertente è collaborare per realizzare quell'idea.


Questo Tiny Desk è stato un ritorno a casa per Kelela. Ha lasciato che fosse la musica a parlare, ma non prima di aver gridato Washington, D.C., dove è nata. La scaletta presenta senza soluzione di continuità la maggior parte del suo catalogo con un paio di arrangiamenti inediti. "Enough" e "Take Me Apart" sono quasi irriconoscibili, rifuse per permettere alla voce di Kelela di adagiarsi delicatamente tra arpa e tastiere. La cantante ha trovato un tubo di tuono nella nostra sezione di percussioni e ci ha armeggiato durante il soundcheck. Verso la fine di "The High", canta attraverso di esso per modificare la sua voce. L'esplorazione e la sperimentazione catturano perfettamente l'essenza dello spettacolo.




 

SET LIST

"Raven"

"Take Me Apart"

"Bank Head"

"Waitin"

"Enough"

"Bluff"

"The High"

0 commenti

Post recenti

Mostra tutti

Comments


bottom of page