top of page
  • Immagine del redattoreSoul Collection

La famiglia di Jam Master Jay dice che "è stata fatta giustizia"

A 22 anni di distanza arriva finalmente la sentenza, due uomini sono stati condannati per l'omicidio del DJ dei Run-DMC avvenuto nel 2002.



 

Dopo il verdetto di colpevolezza per l'omicidio in seguito al verdetto di colpevolezza emesso dalla giuria nel processo per l'omicidio del 2002 di Jam Master Jay, luminare della band hip-hop Run-DMC, la famiglia della leggenda ha rilasciato una dichiarazione tramite il figlio TJ Mizell, esprimendo il proprio apprezzamento per tutti coloro che hanno contribuito a fare giustizia e ad assumersi le proprie responsabilità.

"Estendiamo la nostra più profonda gratitudine ai procuratori, alle forze dell'ordine e a tutti coloro che sono stati coinvolti nell'assicurare questi individui alla giustizia. La loro incrollabile dedizione ha assicurato una misura di responsabilità per la tragica perdita di Jam Master Jay", ha dichiarato la famiglia. "A tutti coloro che ci hanno sostenuto durante questo difficile viaggio, offriamo i nostri più sentiti ringraziamenti. Il vostro amore, la vostra gentilezza e il vostro costante sostegno sono stati una fonte di forza nei momenti più bui. Vi chiediamo di continuare a onorare la memoria di Jay attraverso la sua musica e l'impatto positivo che ha avuto sul mondo", prosegue il comunicato. "Anche se il dolore per la nostra perdita rimarrà sempre, troviamo conforto nella consapevolezza che è stata fatta giustizia. La nostra famiglia crede nel piano di Dio e questa fede è ciò che ci ha aiutato a chiudere la vicenda molto tempo fa. Ringraziamo tutti coloro che continuano a sostenere l'eredità di Jay onorando i risultati della sua vita".

I due uomini condannati per l'omicidio, Karl Jordan Jr., 40 anni, e Ronald Washington, 59 anni, rischiano ciascuno un minimo di 20 anni di carcere. Avranno la possibilità di impugnare il verdetto presso il giudice e la corte d'appello federale.




 

Jay, noto membro del leggendario gruppo rap Run-DMC, è stato ucciso nell'ottobre del 2002 nel Queens, NY. La sua morte è rimasta uno dei casi irrisolti più famosi dell'hip-hop fino al 2020, quando gli investigatori hanno generato sufficienti indizi che hanno spinto i pubblici ministeri ad avviare un processo contro Jordan e Washington.

 

Il processo, durato tre settimane, ha visto la partecipazione di oltre 30 testimoni che hanno deposto contro Jordan e Washington, accusandoli di aver ucciso il pioniere del rap come vendetta dopo che il DJ li aveva tagliati fuori da un affare di cocaina.

 

 

0 commenti

Post recenti

Mostra tutti

コメント


bottom of page