• Soul Collection

La "malastrada" di Claver Gold è a Tofare

L’album di Claver Gold dal titolo "Questo non è un cane" uscirà il 16 settembre.





Sono passati cinque anni da Requiem, l’ultimo album solista, e finalmente è arrivata Malastrada di Claver Gold a spianare la via per il nuovo progetto dell’artista di Ascoli Piceno, Questo non è un cane.


Ecco come parla di questo brano l’artista:

È un brano che parla del quartiere dove sono nato ed ho vissuto fino a 18 anni, Tofare ad Ascoli Piceno. Volevo raccontare la possibilità di riscatto sociale, la rivalsa di chi sfrutta al massimo le poche possibilità che gli vengono conoscesse. Uscire fuori da una zona popolare, ‘dove il male vince il bene’, dove il profumo del cibo si mischia a quello della benzina, dove i sogni costano troppo.

Malastrada anticipa alcuni dei temi del nuovo disco: il ricordo, la strada, i rapporti umani.



Il nuovo video Malastrada di Claver Gold è tutto made in Marche. Il regista Gianluca Grandinetti ritrae il rapper ascolano nel quartiere natio di Tofare tra famigliari e amici.

Il filmato in bianco e nero ritrae i genitori, il fratello e gli amici dell’artista. I volti dei suoi famigliari teletrasportano nel presente il testo della canzone che parla di uno spaccato del 1997, venticinque anni fa.

“A livello produttivo non è stato semplice girarlo”, ammette Gianluca, “ma ci tenevo a farlo nel suo quartiere popolare, che è molto tranquillo con alcune zone inagibili causa sisma 2016”. Il testo di Malastrada descrive l’infanzia di Claver in modo narrativo e sincero ed era necessario immergersi nell’atmosfera di Tofare per rendere appieno l’idea. È stato girato tutto in un giorno. Nella produzione del video sono state coinvolte la società marchigiana Multivideo e il suo fondatore Mario Tordini, e Claudia Grandinetti che si è occupata di casting e location. Sul set c’erano più di venticinque persone e il particolare importante è che è stato tutto made in Marche. Il regista ringrazia l’intero staff per il lavoro di alto livello.




“Claver e io ci siamo sentiti tre mesi e mezzo fa”, racconta Grandinetti, “Avevamo in mente da un po’ di fare qualcosa insieme e ci siamo gasati. Mi sono molto divertito perché Claver mi ha lasciato carta bianca. Si è emozionato nel rivedere il video più volte”. I due si conoscevano già. Nel 2019 hanno lavorato a un featuring di Claver con Tmhh, nel videoclip Fumo e Cenere. “Lo stimo molto come artista e come penna. Sono un suo grande e attento ascoltatore. Il fatto che sia stato sempre fedele a se stesso, gli fa onore”. Gianluca fa pure un cameo all’interno di Malastrada: una mano gli rasa la testa con un rasoio e compare il suo tatuaggio sulla nuca scritto in greco moderno: famiglia. Una sorta di firma autoriale nascosta.


Il direttore della fotografia è Dario Scommegna, che ha curato i video di grandi hip hopper italiani come l’ultimo di Ghali ft. Madame, Pare. Uno dei colorist migliori d’Italia, Diego Della Rosa di Not Bat Collective, ha applicato il bianco e nero con tecniche caratteristiche.


Social:

facebook: @clavergoldofficial

instagram: @clavergold





0 commenti