top of page
  • Immagine del redattoreSoul Collection

Angels & Queens: la conferma del talento speciale dei Gabriels

La band di Jacob Lusk ha fatto uscire questa estate la seconda parte del suo disco, tra gospel e soul orchestrale.




“Angels & Queens pt.1” è il primo disco (breve, solo 7 canzoni) di questo bizzarro trio chiamato Gabriels formato dal produttore/violinista losangelino Ari Balouzian, dal regista britannico Ryan Hope e da Jacob Lusk da Compton, voce prodigiosa e volto del gruppo. Un disco che - insieme all'EP uscito due anni prima - ci folgorò letteralmente per originalità e qualità, impatto emotivo e grande produzione. La prima settimana di luglio è uscita la seconda parte con sei nuovi pezzi e anche una Deluxe version, comprendente l'intero album, il precedente ep e qualche altra bonus track.


I nuovi brani completano e arricchiscono la prima parte di “Angels & Queens” e lo fanno in modo non banale toccando nuovi tasti.

“Offering” apre il disco con quel contrabbasso vintage per poi aprirsi in un r&b emozionante e coinvolgente, con fiati, archi e il falsetto di Lusk che eleva il pezzo.


“Glory” invece fa parte di quei pezzi più Hi Nrg che già avevano fatto capolino nella prima parte pubblicata nel 2022 dove Lusk si trasforma in un novello Sylvester ma con dietro quella dinamica entusiasmante a cui ci hanno abituato i Gabriels. .

“Great Wind”, che questa settimana abbiamo inserito in Soul Collection, parte come una ballata ma poi diventa un gospel-soul arrembante che fa battere il piede e urlare Halleluja senza tregua.




“Professional” canalizza i passaggi sonori inquietanti di "Strange Fruit" di Billie Holiday mentre “We Will Remember”, che fa da contraltare a “Remember”, è un'ambiziosa rielaborazione del classico brano di Lloyd Webber “Memory” resa famosa sia da tra gli altri da Barbra Streisand.

Quindi non solo i Gabriels propongono ottimi pezzi nuovi, ma si pongono anche nella difficile posizione di rileggere e affrontare il passato secondo il loro stile e la voce di Lusk che passa abilmente da un audace baritono al celestiale falsetto.


Nel disco si può ascoltare anche una versione differente di “Love And Hate In A Different Time” canzone contenuta nel loro EP d'esordio che, per suonare più contemporanea, va a perdere quel suono anni '30 che rappresentava la sua geniale e straniante novità. Peccato.

Non possono poi passare sottotraccia i testi che come nelle altre canzoni già pubblicati sono pieni di riferimenti biblici. Questa versione deluxe è un disco che invita ad essere esaminato attentamente dai suoni ai testi fino all'artwork del battesimo di Lusk su cui ognuno ci può trovare la propria interpretazione.




Social:

Facebook: @GabrielsWorldwide

Instagram: @__gabriels__

Twitter: @___gabriels


0 commenti

Post recenti

Mostra tutti
bottom of page