• Soul Collection

Arriva Blocco 181, nuova serie tv con salmo superstar

A maggio su Sky e in streaming su Now



Lo skyline di Milano, con i nuovi, scintillanti grattacieli in vetro e acciaio mai così vicini ai complessi in cemento a vista della periferia, introduce il teaser trailer rilasciato oggi di Blocco 181, la nuova serie Sky Original prima in-house Sky Studios italiana, prodotta con TapelessFilm e Red Joint Film.




Una favola noir in otto episodi ambientati tra le comunità multietniche di Milano che arriverà a maggio su Sky e in streaming su Now.


Autori del soggetto sono Paolo Vari, Francesca De Lisi, Dario Bonamin, Mirko Cetrangolo e Marco Borromei. La sceneggiatura è di Francesca De Lisi, Dario Bonamin, Andrea Nobile con Giuseppe Capotondi, Matteo Bonifazio, Paolo Vari e Stefano Voltaggio. Diretta da Giuseppe Capotondi (Suburra - La serie, La Doppia Ora) con Ciro Visco (Gomorra, Non mi lasciare, Doc - Nelle tue mani) e Matteo Bonifazio, Blocco 181 vede il debutto, in un ruolo per lui inedito, del pioniere del rap italiano Salmo, che della serie è supervisore e produttore musicale, produttore creativo e attore. Nel cast anche tre giovani e talentuosi attori: Laura Osma (El Chapo), Alessandro Piavani (Blanca, House of Gucci, La Mafia Uccide Solo d'Estate - La serie) e Andrea Dodero (Non Odiare, Mental, L'Allieva). A fare da sfondo al racconto, tra conflitti generazionali, empowerment femminile, ambizione e lotta per la conquista del potere, il Blocco 181, un complesso edilizio della periferia milanese che diventerà teatro di una storia d'amore, di vendetta, di libertà e di affermazione personale. Bea (Laura Osma) è una ragazza latino-americana, divisa tra la fedeltà alla sua famiglia e alla sua gang e la voglia di cambiare vita; Ludo (Alessandro Piavani) e Mahdi (Andrea Dodero) sono due amici uniti come fratelli. Salmo è Snake, braccio destro (armato) di Lorenzo, un dealer interpretato da Alessandro Tedeschi (Petra, Curon, Non Mentire), amico d'infanzia e alleato di Rizzo, boss del quartiere interpretato da Alessio Praticò.

Le foto di scena sono firmate da Gabriele Micalizzi, tra i fotoreporter di guerra più noti al mondo e collaboratore di testate internazionali tra cui The New York Times, Herald Tribune, The New Yorker, Newsweek, Stern, Wall Street Journal.

0 commenti

Post recenti

Mostra tutti