• Soul Collection

Deborah Cox sarà inserita nella Canadian Music Hall of Fame

Sarà la prima donna nera a ricevere questo onore.




La cantante Deborah Cox sarà introdotta nella Canadian Music Hall of Fame ai 2022 JUNO Awards domenica 15 maggio. La nativa di Toronto, Canada, entrerà nella storia come la prima donna nera a ricevere questo onore.


Fondata nel 1978, la Canadian Music Hall of Fame riconosce "gli artisti che hanno dato un contributo eccezionale al riconoscimento internazionale della musica canadese".


La Cox ha espresso la sua gratitudine in un comunicato stampa. "Mi sento incredibilmente grata di vivere questo vero momento di pietra miliare", ha detto. "La musica ha sempre riguardato la comunità per me, e sono così grata alla Canadian Music Hall of Fame e alla CARAS non solo per aver riconosciuto me stessa, ma anche la mia famiglia, gli amici e gli affezionati fan che mi hanno sostenuto e hanno contribuito a rendere possibile il mio sogno negli ultimi 25 anni.



Ha aggiunto: "Come prima donna di colore ad essere stata nominata, sono onorata di avere la possibilità di mostrare alle nostre giovani generazioni che possono raggiungere qualsiasi obiettivo con duro lavoro, dedizione e passione. Spero che la mia musica possa continuare a portare pace, felicità e conforto a chiunque ne abbia bisogno, e che dia alle persone di tutte le età la possibilità di seguire i propri sogni e credere in se stessi".


Allan Reid, presidente e CEO dei CARAS/The JUNO Awards, ha detto: "Deborah è un'artista multidimensionale che ha intrattenuto e affascinato il pubblico di tutto il mondo per oltre 25 anni. La sua voce strepitosa e le sue potenti performance l'hanno resa un'icona internazionale. Abbiamo il privilegio di celebrare il suo talento e non vediamo l'ora di vederla ispirare il pubblico questa primavera nella sua città natale, Toronto".


La Cox accetterà il premio in diretta dal Budweiser Stage di Toronto e festeggerà con una performance speciale.


Nel 1994, dopo aver lavorato come corista per Céline Dion, la Cox firma un contratto con la Arista Records con Clive Davis al suo fianco. Nel 1995, ha pubblicato il suo album di debutto autointitolato.



"Sentimental", il singolo principale prodotto da Dallas Austin, ha raggiunto il numero 27 della Billboard Hot 100 degli Stati Uniti e il numero 33 della Canada Top Singles chart. Deborah Cox fu certificata oro dalla Recording Industry Association of America (RIAA) con più di 500.000 copie vendute.


La Cox ha pubblicato il suo secondo album, One Wish, nel 1998. Fu certificato platino dalla RIAA nell'estate del 1999, con più di un milione di copie vendute. L'album includeva il suo singolo di successo "Nobody's Supposed to Be Here", che raggiunse il numero 2 della Billboard Hot 100.


Ha fatto la storia come il singolo R&B n. 1 più longevo di tutti i tempi nella classifica Hot R&B/Hip-Hop Songs di Billboard. Ha trascorso 14 settimane in cima alla classifica. One Wish comprendeva anche il duetto di Cox assistito da RL "We Can't Be Friends", che raggiunse il numero 8 della Hot 100.


Nel 2000, Cox ha collaborato con Whitney Houston per il loro indimenticabile duetto "Same Script, Different Cast", co-scritto da Montell Jordan, Shep Crawford e Shae Jones.


Da allora, Cox ha pubblicato altri tre album: The Morning After (2002), Destination Moon (2007) e The Promise (2008). Il suo album jazz del 2007 è stato nominato per il Best Engineered Album (Non-Classical) al 50° Grammy Awards.



Discografia:

1995 – Deborah Cox

1998 – One Wish

2002 – The Morning After

2007 – Destination Mood

2008 – The Promise

2017 – I Will Always Love You (EP)





0 commenti

Post recenti

Mostra tutti