• Sergio Basilico

J. Holiday, bentornato!

La star di "Bed" ritorna in grande stile con "Ride"


Nahum Thorton Grymes, conosciuto come J. Holiday, è nato a Washington D.C. il 29 novembre 1984 da madre afroamericana (Frances Grymes) e da padre eritreo.

E' stato cresciuto da solo da sua madre a Washington, D.C. e Alexandria, Virginia, dopo che suo padre morì quando aveva solo undici anni.

Holiday ha frequentato una scuola superiore locale dove ha mostrato il suo talento canoro durante una serata di presentazione ed anche se aveva la passione di intraprendere la strada della musica, sua madre voleva che lui completasse la sua educazione.




Forma un trio chiamato 295, e inizia ad esibirsi in tutta D.C. e nel Maryland.

Dopo il diploma, lui e i suoi compagni di gruppo si trasferiscono ad Atlanta, nella speranza di cavalcare l'onda della musica popolare proveniente da quella regione. Firmano con l'etichetta di Jazze Pha, ma dato che era appena uscita la cantante Ciara, devono aspettare il loro turno.

Hanno anche un incontro con il dirigente musicale L.A. Reid, senza però riuscire ad assicurarsi un contratto.

Il loro demo circola nell'industria così tante volte che J decide che era il momento di registrare nuova musica. E ha pensato che, visto che stava facendo tutto il lavoro da solo, poteva anche fare il solista.

Dopo aver registrato un demo di quattro canzoni da solista, questo finisce sulla scrivania della Capitol Records con cui firma immediatamente un contratto discografico nel 2005, e si mette così al lavoro sul suo album di debutto.




ll suo primo album, Back of My Lac’, datato ottobre 2007, ottiene subito un ottimo riscontro grazie ai singoli che lo hanno preceduto, ossia Be With Me (prodotto da Rodney "Darkchild" Jerkins) ed il suo più grande successo Bed (#5 Billboard Hot 100 e #1 per 5 settimane della Hot R&B/HipHop Songs).




Il mondo è infatuato della nuova stella dell'industria musicale.

L'album raggiunge la quinta posizione della Billboard 200 e riceve la nomination ai Grammy Awards 2009 come "miglior album R&B contemporaneo", premio vinto però da Growing Pains di Mary J. Blige. Il terzo singolo dall’album è Suffocate.




Nel 2008 riceve la nomination agli American Music Awards nella categoria "miglior artista maschile R&B/soul" e a J è stato persino chiesto di partecipare al tour "Double Up" di R. Kelly insieme a Keyshia Cole e Ne-Yo. Un tour che a dir la verità, ha portato un po’ di dissapori tra R. Kelly e J. anche perché il primo voleva comandare su tutto e tutti, mentre il secondo riceveva molti consensi tra il pubblico proprio prima dello show della star.


Dopo la fine del tour, era tempo per J di tornare in studio. E la sua casa discografica aveva in serbo alcuni grandi cambiamenti per il suo album successivo. Erano pronti a ripulirlo e a mostrare il suo lato più morbido per il suo secondo album.

Nel marzo 2009 esce Round 2, coprodotto da The-Dream, Ne-Yo e altri artisti.

Le imposizioni della casa discografica provocano attriti tra le parti, i fondi per la promozione vengono tagliati e viene pubblicato solo un singolo; "It's Yours"




Holiday lascia così la Capitol Records e si accasa alla Island Def Jam dove pubblica solo dei mixtape e dopo soli due anni lascia l’etichetta prendendosi una pausa molto lunga. "Alcune situazioni semplicemente non erano buone. Dovevo solo andarmene da lì".

Il 29 maggio 2012 pubblica il singolo "Sign My Name", come promo ad anticipare il terzo album in studio (poi non incluso nel progetto).


Al fine di avere un migliore controllo sulla sua musica, decde di prendere la strada indipendente creando la propria etichetta, Holiday Music Group.

Nel 2014, finalmente pubblica il suo terzo album intitolato Guilty Conscience, da cui i singoli After We Fuck e Incredible.

L'album però fu un altro deludente flop commerciale per il cantante.




Da qui in poi il silenzio assoluto, a parte le liti e le figuracce per i post su Instagram, come quando si è scagliato contro Beyoncè e Cardi B (per le nomination ai Grammy 2018) e più tardi nel corso dell'anno, quando il cantante R&B Jacquees afferma di essere "il re dell'R&B di questa generazione". Ognuno dice la sua su chi, secondo lui, merita lo scettro, e anche J decide di intervenire sulla questione...

Mentre effettua una diretta video su Instagram, inizia a snocciolare la sua lista, quando una signora si avvicina e gli chiede se fosse per caso il parcheggiatore... ... come ci si può aspettare, il video diventa virale e viene preso in giro per giorni!....

https://www.instagram.com/p/BrL-rX2Aw5x/



Poi nell'ottobre 2018 finalmente ritorna a fare musica; pubblica il singolo "25 to Life" e annuncia un prossimo album in lavorazione dal titolo Time. Prosegue ancora silenzio fino alla pubblicazione del singolo "Feel Like" nel 2019.

Nel pieno del periodo Covid, lo scorso novembre Holiday pubblica il suo mixtape Baecation per tenere a bada i fan in attesa di un progetto ufficiale.




Ora J. Holiday è tornato per davvero. Il cantante R&B ha pubblicato in questi giorni il suo nuovo singolo intitolato "Ride" che è ufficialmente il primo estratto dal prossimo quarto album in studio, Time, che arriverà questa primavera, a 7 anni da Guilty Conscience, che ultimamente è stato rimosso dalle piattaforme di streaming a causa di alcune politiche dell'etichetta.



A noi questa nuova canzone di J. Holiday piace tantissimo, l'abbiamo inserita nella nostra playlist settimanale, e segna il ritorno ad alti livelli di questo talentoso cantante; nella speranza di poter finalmente scoprire anche il suo progetto Time nei prossimi mesi.


Discografia:


Album in studio:

2007 - Back of My Lac'

2009 - Round 2

2014 - Guilty Conscience



Mixtapes:

2007 - Chocolate City Mixtape

2010 - Champion

2011 - M.I.A: The Lost Pages

2011 - Checking In

2020 – Baecation



Social:

Facebook: @jholiday

Instagram: @kingjholiday

Twitter: @KingJHoliday



0 commenti

Post recenti

Mostra tutti