• Soul Collection

Little Simz vince il Mercury Prize 2022 per Sometimes I Might Be Introvert

Ha battuto i dischi di Jessie Buckley & Bernard Butler, Kojey Radical, Wet Leg e altri.




Little Simz ha vinto il Mercury Prize 2022 con il suo album Sometimes I Might Be Introvert. Dopo aver eseguito un brano tratto dall'album vincitore, è stata premiata con un trofeo e un assegno di 25.000 sterline durante la cerimonia tenutasi all'Eventim Apollo di Londra. Little Simz era già stata nominata nel 2019 per il suo terzo album Grey Area.


In un comunicato, la giuria del Mercury Prize ha dichiarato:

"In un anno che ha presentato, per usare un eufemismo, molte sfide, la musica britannica e irlandese ha prosperato più che mai. Questo ha reso estremamente difficile per i giudici scegliere un vincitore assoluto tra i 12 "Album dell'anno" presenti nella rosa del Mercury Prize with FREE NOW 2022, semplicemente perché tutti avevano molto da offrire. Alla fine, i giudici sono rimasti così colpiti da Sometimes I Might Be Introvert di Little Simz che tutti hanno potuto sostenerlo. Questo album complesso e completo, ma al tempo stesso del tutto accessibile, è il lavoro di una persona che si sforza costantemente di superare se stessa. Affronta temi sia personali che politici, contrapponendoli a una musica tanto sofisticata quanto varia. Il Mercury Prize ha lo scopo di mettere in luce album di valore duraturo e di vera qualità artistica. Sometimes I Might Be Introvert ha entrambe le cose".

Tutti gli artisti in lizza per il premio 2022, tranne uno, si sono esibiti alla cerimonia: Little Simz, Fergus McCreadie, Gwenno, Jessie Buckley & Bernard Butler, Joy Crookes, Kojey Radical, Nova Twins, Sam Fender, Self Esteem, Wet Leg e Yard Act. Harry Styles, attualmente in tournée negli Stati Uniti, ha inviato una performance registrata. L'anno scorso il premio è stato assegnato ad Arlo Parks, mentre nel 2020 se lo è aggiudicato Michael Kiwanuka. I requisiti di ammissibilità per il premio sono stati modificati nel 2021 dopo che Rina Sawayama è stata ritenuta ineleggibile nonostante avesse vissuto nel Regno Unito fin da bambina.



All'inizio di quest'anno, Little Simz ha rinviato il suo tour negli Stati Uniti, affermando: "Pago di tasca mia tutto ciò che comprende le mie esibizioni dal vivo e fare un tour negli Stati Uniti per un mese mi lascerebbe in un enorme deficit".




0 commenti

Post recenti

Mostra tutti