• Stefano Crotti

Robin Thicke is on fire!


Robin Thicke è senza dubbio uno degli artisti R&B più carismatici, appariscenti e commerciali a partire dagli anni 2000. Prima di avere successo planetario ha dovuto lavorare sodo (anche se con qualche aiuto dovuto alla popolarità della sua famiglia d’origine, come vedremo più avanti) come cantautore solista alle prime armi prima di sfondare, anche grazie ai Neptunes con “The Evolution of Robin Thicke” del 2006. In quell'album le sue ispirazioni vanno dal soul degli anni Settanta di Marvin Gaye a quello di Philadelphia, il tutto unito al suo falsetto. “The Evolution of Robin Thicke” stato il primo di diversi album entrati nelle classifiche Pop e R&B di tutto il globo anche grazie alle collaborazioni di Pharrell e Chad Hugo, Mark Ronson, e Polow da Don, Lil Wayne, Faith Evans, Jay-Z, Rick Ross e T.I.

Figlio della cantante e attrice Gloria Loring e del compositore e attore di colonne sonore Alan Thicke (conosciuto anche da noi grazie alla sit-com “Genitori in blue jeans"), è cresciuto nella periferia di Los Angeles, circondato dall'industria dello spettacolo. Già a 14 anni ha avuto l’opportunità di far ascoltare un suo demo a Brian McKnight, che lo ha aiutato a ottenere un contratto di registrazione con l'etichetta Interscope. Prima di arrivare al grande successo personale, ha scritto e prodotto per Brandy ("Love Is on My Side"), Brian McKnight ("Anyway"), Color Me Badd ("Sexual Capacity"), Brownstone ("Around You"), Christina Aguilera ("When You Put Your Hands on Me"), e Marc Anthony ("When I Dream at Night").

(Robin e Alan Thicke)


Nonostante il successo come compositore, Robin ambisce a un posto da star come solista. Il suo album di debutto, Cherry Blue Skies, sarebbe dovuto uscire nel 2002, ma, non trovando la giusta formula musicale è stato prima scartato, poi adattato e infine gli è stato dato un titolo diverso. La nuova versione si intitola “A Beautiful World”, con la futura moglie, Paula Patton, in copertina. Pubblicato nell'aprile 2003 non fu esattamente un successone anche se il singolo "When I Get You Alone", con il campione della hit da discoteca di Walter Murphy del 1976 "A Fifth of Beethoven", ebbe un buon successo soprattutto in nord Europa. Il seguito di Thicke, "The Evolution of Robin Thicke", è uscito nell'ottobre 2006, nuovamente prodotto dai Neptunes con la loro Star Trak Records, l'album è diventato disco di platino e ballata "Lost Without U" è arrivata alla vetta della classifica R&B americana.

Da questo momento in poi la carriera di Robin Thicke si sposta decisamente verso l’alto, sempre tenendo fede alle sue produzioni con un orecchio agli anni ’70 e sonorità sempre attuali. In successione escono “Something Else”, nel 2008, “Sex Therapy” del 2009 e “Love After War” del 2011. La consacrazione mondiale a livello musicale e non solo arriva nel 2013 con "Blurred Lines", album e (soprattutto) singolo fanno il giro del mondo grazie al sample di "Got to Give It Up" di Marvin Gaye, sapientemente elaborato da Pharrell Williams. Il video del brano aiuta ulteriormente la sua crescita facendo conoscere al grande pubblico la bellezza dell’allora semi sconosciuta Emily Ratajkowsky.

Nel febbraio 2014, Robin Thicke e Paula Patton si separano dopo otto anni di matrimonio, a causa dei continui tradimenti di lui. Nello stesso anno esce “Paula”, anticipato dalla ballata "Get Her Back", ennesimo tentativo pubblico per riconquistare la moglie.

Da questo momento in poi la carriera di Robin Thicke comincia una lenta ma inesorabile discesa, non vengono pubblicati nuovi album anche se sporadicamente escono dei singoli, "Back Together" in collaborazione con Nicki Minaj e "Morning Sun" nel 2015. "Deep", "One Shot", e "I Don't like it, I Love it" (con Flo-Rida) nel 2016. "Bad Man" (con Pitbull) nel 2017, "Testify" nel 2018, "That's What Love Can Do" e "When You Love Somebody" nel 2019, anno in cui annuncia che avrebbe pubblicato a breve un nuovo album, del quale però non abbiamo traccia. Nel 2020 ha pubblicato "Forever Mine" e proprio recentemente è uscito il suo nuovo singolo "Fire It Up". La canzone fa parte dell'iniziativa "Songs of the Season" della NFL.

È notizia delle ultime ore che il prossimo 12 febbraio Robin Thicke pubblichèrà il suo nuovo, ottavo album. Si intitolerà "On Earth, And In Heaven".

Non ci resta che aspettare il suo nuovo progetto e nel frattempo goderci questo singolo.

Discografia: 2003 - A beautiful World 2006 - The Evolution of Robin Thicke 2008 - Something Else 2009 - Sex Teraphy - The session / The Experience 2011 - Love After War 2013 - Blurred Lines 2014 - Paula 2021 - On Earth, And in Heaven

Social:

Facebook - @robinthicke Instagram - @robinthicke Twitter - @robinthicke

YouTube – Robin Thicke




0 commenti

Post recenti

Mostra tutti