• Stefano Crotti

Arya - Peace of mind

Aggiornamento: feb 8


Abbiamo già avuto modo di farvi conoscere Arya sin dai suoi primi passi musicali nel 2018, ora è il momento di presentarvi il suo primo lavoro completo "Peace of Mind", uscito lo scorso 22 gennaio. Arya è una cantante/songwriter italo-venezuelana. Il suo stile è caldo e morbido, i suoi testi introspettivi e riflessivi. Si muove agilmente tra nu soul, hip hop e r&b, con una vocalità decisa e avvolgente che guarda ad icone come Lauryn Hill e Erykah Badu.

Lei stessa ha affermato: “Ho sempre saputo di voler fare musica. Il mio corpo, come succede quasi sempre, ha anticipato la mia mente. Uno dei primi ricordi musicali che ho è quello di mio padre che, in uno dei nostri innumerevoli viaggi in macchina, mi insegna a sentire la “clave”, la base della musica salsa. Non a contare, ma a sentire. In quel momento qualcosa è scattato in me”.



Già corista per gli ultimi tour di Ghemon e Venerus, “Peace Of Mind” è il suo EP d’esordio, uscito per l'etichetta Atelier 71. Un raccolta di brani che fotografa un percorso, un viaggio verso una piena consapevolezza di sé che passa attraverso pensieri, paure, gioie, insicurezze, che negli ultimi due anni hanno “attraversato” Arya: “Da quando ho scritto il primo brano – “Blossoms” - a fine estate 2018, sono passati due anni e sono cambiate tantissime cose, sono cambiata io. Ascoltare questo EP è un po’ come fare un viaggio nel tempo: “Blossoms” e “A Distant Night” mi riportano a un momento passato, in “Feelings In Disguise” e “Miles” riconosco invece una maturità diversa, più adulta in qualche modo; “Mad” è una pillola di energia che mi fa rimpiangere i tempi in cui ci si poteva perdere a ballare nei club; “The Art Of Letting Go” mi ricorda un momento di consapevolezza infinito”.

La scrittura di questo EP è stata accompagnata da tantissima musica diversa ma come sempre ci sono mondi e artisti che in determinati momenti attraggono più di altri: “Snoh Aalegra è un punto di riferimento immenso, per la classe con cui riesce a fondere il soul più dolce alla sua parte più r’n’b e hip hop. Negli ascolti di questi due anni non è mai mancato Mac Miller, e accanto a lui artiste come H.E.R. e SZA”.

Le produzioni dell’album sono affidate a Paziest, Bongi e Looppolo, e tra i musicisti che hanno partecipato alle registrazioni c’è la tromba di Tiziano Codoro, che impreziosisce “Feelings In Disguise”.

“Continuo a lottare per raggiungere la mia pace mentale: a volte la raggiungo e penso che non la lascerò mai andare, poi la perdo, poi la riscopro sotto altre forme. È un continuo gioco di incastri ed equilibri, e alla fine vivere è anche un po’ questo, imparare a fare gli equilibristi tra l’eterno e l’oblio”.

Un lavoro breve ma completo a noi è piaciuto parecchio e ve lo suggeriamo perchè Arya ha talento e cuore e potete ascoltarla qui

Qui invece uno dei modi per sostenere Arya e il suo team https://atelier71.bigcartel.com/product/pom Sostenete le produzioni indipendenti! Social:

Facebook: @arya.delgado

Instagram: @aryaintechnicolor

0 commenti

Post recenti

Mostra tutti