top of page
  • Immagine del redattoreSoul Collection

I Matt Bianco sono in concerto al Blue Note di Milano

Questa settimana sono inseriti nella playlist di Soul Collection con un grande successo reinterpretato nel 2022.




Nati con l’intento di sperimentare la contaminazione dei generi latin, jazz e funky con la vena più pop del trio dei fondatori, hanno dato vita ad una serie di hit come “Get Out of Your Lazy Bed” e “Half a Minute” che li hanno resi celebri in Europa e nel mondo.

Benché il nome della band sembri suggerire un riferimento a qualcuno dei suoi membri e venga spesso identificato con il cantante Mark Reilly, l’unico membro rimasto sempre costante nel corso degli anni, si tratta in effetti un nome di fantasia, che richiama «una spia, un agente segreto: eravamo amanti del genere “spy-story televisivo”.

Al ritmo di un album ogni due anni circa, la band non cessa di spostarsi da un capo all’altro del globo, forte di un fedele seguito di affezionati.

Matt Bianco tornano al Blue Note per tre date imperdibili all’insegna dell’acid jazz, oggi, domani e sabato sera.



Per celebrare il 40° anniversario del loro esordio, il fenomeno internazionale del jazz-pop Matt Bianco nel 2022 ha remixato e/o ri-registrato trenta canzoni del suo catalogo e le ha incluse in una raccolta di classici rivisitati e ri-amati.

I Matt Bianco sono un gruppo britannico formato nel 1982 da Mark Reilly (voce), Danny White (tastiere) e il compianto Kito Poncioni (basso), tutti originariamente membri dei Blue Rondo A La Turk. Firmando per la Warner, ingaggiarono la sconosciuta cantante polacca Basia Trzetrzelewska (che in questi giorni compie 69 anni) per contribuire al loro album di debutto, "Whose Side Are You On?". La sua voce conferisce al disco una dimensione jazzistica che Reilly e White non avevano previsto, dando vita a successi come "Get Out of Your Lazy Bed" e "Half a Minute", che contribuiscono a trasformarli in uno dei maggiori gruppi degli anni Ottanta.



Un rimpasto ha visto Reilly collaborare con l'ex tastierista di sessione Mark Fisher per registrare il suo seguito omonimo. Matt Bianco" include la hit "Yeh Yeh" e un successivo tour europeo li vede esibirsi davanti a oltre 250.000 fan. Con il gruppo ormai noto nel Regno Unito e nell'Europa continentale, la loro etichetta pensò che fosse giunto il momento di introdurli al pubblico statunitense e ingaggiò Emilio Estefan (produttore e marito di Gloria) per registrare il loro terzo album, "Indigo", che includeva i singoli "Don't Blame It On That Girl" e "Good Times", oltre a un lato B molto amato, "Wap Bam Boogie", che divenne un enorme singolo dance nel 1988.



Concluso il sodalizio con la Warner dopo "Samba In Your Casa" del 1991, Reilly e Fisher decisero di registrare in modo indipendente e di concedere in licenza i loro progetti di album, mantenendo così una totale libertà artistica. Con gli album "Another Time Another Place", "Gran Via", "World-Go-Round", "A/ Collection", "Rico" e "Echoes" si sono costruiti una fedele fanbase in Giappone e in tutta l'Asia. Nel 2003 Basia e White si sono riuniti a Reilly per riformare l'originale Matt Bianco, che ha portato all'album "Matt's Mood" (Universal) e ad un enorme tour mondiale. Cinque anni dopo, Reilly e Fisher hanno unito le forze per pubblicare "Hifi Bossanova" (Edel), il loro primo disco in studio insieme da sette anni. Hanno continuato a tenere concerti e festival jazz in tutto il mondo prima di pubblicare "Hideaway" nel 2012.


Cercando di espandere la sua visione creativa, Reilly si è poi unito al gruppo jazz olandese New Cool Collective per collaborare a "The Things You Love", pubblicato alla fine del 2015 con grande successo e portato in tournée l'anno successivo. Purtroppo, il 2016 ha visto anche la morte di Fisher. Il 2017 ha visto un nuovo album di Matt Bianco intitolato "Gravity" con un nuovo gruppo di musicisti e registrato a Londra e Stoccolma con il contributo dei sassofonisti jazz Dave O'Higgins e Magnus Lindgren, mentre il 2020 ha visto una riunione con il New Cool Collective per "High Anxiety", registrato a Londra e Amsterdam. Entrambe le uscite sono state prodotte e mixate da Reilly nel suo studio di Brixton, a sud di Londra.



Infine, "The Essential Matt Bianco: Re-imagined, Re-loved" vede 30 canzoni del catalogo di Matt Bianco ri-registrate o remixate e reinterpretate, come “More Than I Can Bear” che questa settimana abbiamo inserito nel nostro live radio show.


Social:

Facebook: @mattbiancoband

Instagram: @mattbiancoofficial


0 commenti

Post recenti

Mostra tutti
bottom of page