• Stefano Crotti

Priya Ragu, tra la Svizzera e lo Sri Lanka

Aggiornamento: apr 5


Senza dubbio Priya Ragu non è un'artista che ha avuto successo sin da giovanissima. Solo all'età di 35 anni è uscita musicalmente della Svizzera, nonostante negli ultimi due anni abbia avuto articoli su Rolling Stone India, BBC Asian Network e persino Vogue, che l'hanno portata a essere nominata uno degli artisti più in vista del 2021 e a firmare con la Warner Records. Tutto ciò solo con un paio di singoli, “Chicken Lemon Rice” e "Good Love 2.0", che è già stato remixato da Honey Dijon, Joe Goddard degli Hot Chip e Little Dragon.

Tutta la sua vita (musicale e non) è il prodotto di curiose contraddizioni. La storia di Ragu si sviluppa tra due culture completamente diverse, è cresciuta in Svizzera dopo che i suoi genitori sono stati costretti a fuggire dalla guerra civile dello Sri Lanka negli anni '80. Erano comprensibilmente severi durante la crescita. "I miei genitori erano molto protettivi", ammette Ragu. "Volevano solo il meglio per noi. Non ero in grado di fare le cose che i miei compagni di scuola erano in grado di fare". Loro potevano fare dei pigiama party e a me non era mai permesso, quindi ovviamente mi lasciavano fuori".

Fu un viaggio di famiglia a Toronto che aprì per la prima volta gli occhi di Ragu sulla sua cultura. "Quella è stata la prima volta che ho potuto davvero vivere quel lato di me (Tamil)", ricorda. "C'è molto più Tamil in Canada che in Svizzera. Ho visto ristoranti tamil, negozi tamil, persino l'autista dell'autobus era tamil!".

La musica era una colonna sonora frequente, in particolare i compositori Ilaiyaraaja e A.R. Rahman. Sempre in equilibrio tra le sue due culture, fino alla scoperta dei The Fugees e della voce di Lauryn Hill. “Si è semplicemente connessa con la mia anima, il modo in cui ha cantato le melodie e le sue emozioni che cercavano attraverso la sua voce. Mi sono sentita davvero connessa quando l'ho sentita per la prima volta". "Sto ascoltando molto Snoh Aalegra e Anderson .Paak. Ho ascoltato anche la vecchia musica soul, come Stevie Wonder. Mi piacciono anche Common, Mos Def, The Roots".

La sua carriera comincia intorno ai 10 anni, quando si è unita alla piccola band di suo padre. "Nei fine settimana facevamo delle jam session a casa nostra, venivano i membri della famiglia e la gente cantava le canzoni dei film di Kollywood (cinema Tamil)". Suo padre divenne amico del proprietario di un negozio di strumenti e presto usarono la sala prove del negozio una volta alla settimana per praticare le loro canzoni.

Nonostante questa passione suo padre e sua madre erano fortemente contrari al fatto che la figlia perseguisse la musica come carriera. Invece lei lasciò la scuola e trovò lavoro come acquirente tecnico di parti di aerei, mentre continuava ad esibirsi. Cresciuta nella sonnolenta città di San Gallo, Ragu si è trasferita nella relativa vivacità di Zurigo, la più grande città della Svizzera, in cerca di maggiori opportunità.

È stato solo nel 2017 che ha finalmente investito tutto nella sua passione. "Ho pensato 'questa non può essere la mia vita, questo lavoro d'ufficio, è sicuro, è una vita sicura ma ci deve essere di più'. Così ho rischiato", confida. Ragu ha lasciato il suo comodo lavoro, ha raccolto i suoi risparmi e si è trasferita a New York City per sei mesi. La città statunitense rappresentava una tela bianca, un terreno neutro, per Ragu per esplorare la sua creatività. "Volevo solo darmi un po' di spazio per vedere cosa potevo creare. Non conoscevo molte persone lì, era difficile connettersi con la gente. Ero davvero chiusa nella mia stanza, cercando di scrivere canzoni con mio fratello su Skype".

Come Billie Eilish, Priya Ragu realizza la sua musica con suo fratello, Japhna Gold: lui stesso musicista molto prima che lei iniziasse, ora gestisce la produzione mentre Priya controlla principalmente i testi. Il suono che la coppia ha forgiato attraverso questa felice partnership è una miscela inebriante di R&B moderno e potenti beat indiani del sud.

Nel 2019, hanno avuto l'onore di esibirsi insieme a un evento Tedx a Zurigo: sale sul palco indossando un sari e subito irrompe in una voce R&B liscia e soul, confondendo le aspettative del pubblico; è emblematico del suo impegno a fondere sempre il moderno e il tradizionale. "Il mio stile riflette la musica", concorda Ragu. "È una fusione di entrambi i mondi. È davvero qualcosa che mi appassiona".

Good Love 2.0, anticipa il suo primo album previsto nella seconda metà del 2021, intitolato "ChickenLemonRice" L’ha chiamato così invitando tutti a lasciarsi andare e ad abbracciare la diversità e le diverse culture. In attesa della ricetta completa, godiamoci i primi due singolo di questa eclettica artista.



0 commenti

Post recenti

Mostra tutti