top of page
  • Immagine del redattoreSoul Collection

"Stax: Soulville Usa" debutta il 20 maggio su HBO

La serie di documentari STAX: SOULSVILLE USA racconta l'audace gruppo di individui che hanno osato fare musica secondo i propri termini, abbattendo le barriere razziali e definendo un'era e lasciando dietro di sé un'eredità musicale duratura.



 

La serie di documentari originali in quattro parti della HBO, STAX: SOULSVILLE USA , una selezione ufficiale del SXSW  Film & TV Festival 2024 e vincitrice del TV Premiere Audience Award, è prodotta e diretta dalla regista Jamila Wignot. La serie, una produzione di Laylow Pictures e White Horse Pictures in associazione con Concord Originals, Polygram Entertainment e Warner Music Entertainment, debutta lunedi 20 maggio su HBO con due episodi in onda uno dopo l'altro, seguiti dagli ultimi due episodi in onda. martedì 21 maggio alla stessa ora. Tutti e quattro gli episodi della serie saranno disponibili in streaming su Max dal 20 maggio.

Nel 1973, la Stax Records era uno dei produttori di musica soul più influenti dell'industria discografica, con artisti del calibro di Otis Redding, Isaac Hayes, Booker T. & the MG's, Sam & Dave e molti altri. In poco meno di due decenni, l'outsider frammentario è cresciuto da un modesto negozio di dischi e studio a conduzione familiare a Memphis, TN, a un'etichetta musicale pionieristica globale. STAX: SOULSVILLE USA racconta l'audace gruppo di individui che hanno osato fare musica secondo i propri termini, abbattendo le barriere razziali e definendo un'era e lasciando dietro di sé un'eredità musicale duratura.




 

Guidato da una sorprendente raccolta di filmati di performance d'archivio restaurati e rimasterizzati e interviste intime con i protagonisti della straordinaria storia dell'etichetta, STAX: SOULSVILLE USA descrive in dettaglio l'improbabile storia delle origini della Stax Records e rende omaggio alla sua complessa libreria musicale e ai leggendari artisti che sono emersi. dall'iconico studio.

Fondata nel 1957 da Jim Stewart e in comproprietà con sua sorella Estelle Axton, l'azienda si avvaleva di un mix di giovani talenti locali - musicisti, cantautori e produttori - che avrebbero creato l'indimenticabile suono Stax.

 

Sullo sfondo del sud americano degli anni '50, '60 e '70, artisti bianchi e neri lavorarono insieme, sfidando la segregazione e producendo successi come "(Sittin' On) the Dock of the Bay", "Soul Man ”, “Green Onions” e il film premio Oscar® “ Theme from Shaft”. Al culmine del suo successo, gli artisti Stax commemorarono la ribellione di Watts suonando davanti a oltre 100.000 afroamericani al concerto di beneficenza Wattstax del 1972. Durante un'epoca di grandi turbolenze sociali, disuguaglianze sistemiche e tensioni razziali, Stax, una società integrata, vide uno straordinario successo artistico e culturale e riuscì a riprendersi da ripetuti battute d'arresto commerciali e tragiche perdite prima che lo studio si sciogliesse definitivamente dopo quindici anni pionieristici.

0 commenti

Post recenti

Mostra tutti

Comments


bottom of page