top of page
  • Immagine del redattoreSoul Collection

Febbraio '24 selecta quattro

Con le nuove canzoni di Keith Sweat e Rae Khalil



Nuova puntata del live radio show “Soul Collection” che potete ascoltare a partire da ogni mercoledì sera on demand sul nostro canale mixcloud, dalle 19:30, proprio qui da soulcollectionradio.com

 

Il live radio show di Soul Collection lo puoi ascoltare anche su:

Discology Radio il mercoledì alle 22:00

Blackplanet Radio il giovedì alle 19:00

Radio Panda  il venerdì alle 19:30 e la domenica alle 21:30 sui 96.300 in FM per il nord di Milano e in DAB in Lombardia, e quando vuoi on demand su mixcloud.com/radiopanda963

Black and White Radio il venerdì alle 21:45, il sabato alle 14:00, la domenica alle 15:45 e quando vuoi on demand

Radio Montestella il sabato e la domenica alle 18:00

Radio Piave il sabato alle 20:00 ed il lunedì alle 19:00

Radio Elleuno la domenica alle 16:30 ed il sabato successivo allo stesso orario

Radio Studio 107 la domenica sera alle 20:30 

Radio UAU la domenica sera alle 23:00

Rete Top 95 il lunedì ed il mercoledì alle 14:00

Cube Radio il lunedì alle 15:00 ed il mercoledì alle 18:00

Comoradio International il martedì dalle 17:00 

Antenna Web il mercoledì dalle 08:45 

 

The Intruders – I’ll Always Love My Mama (1973)

I'll Always Love My Mama è un singolo del 1973 del gruppo soul di Philadelphia The Intruders. Pubblicato dal loro album Save the Children, il singolo è una canzone comunemente suonata durante la festa della mamma. Scritta da Gamble & Huff e co-scritta da McFadden & Whitehead, la canzone è stata ispirata dalla madre di Kenny Gamble, Ruby, morta nel 2012.

Come successo a Tupac qualche anno più tardi, la canzone è un vero e proprio tributo alla propria madre Ruby, da parte di Kenny Gamble, che si è sacrificata in ogni modo per garantire al proprio figlio una vita serena ed un futuro in cui poter realizzare i propri desideri. In ogni strofa sono raccontate le difficoltà affrontate per permettere al proprio ragazzo di studiare e di acquistare un paio di scarpe desiderate. Ci uniamo agli Intruders e al loro inno materno, dedicando anche noi a tutte le mamme l’apertura della nuova puntata di Soul Collection.



 

Prxd. Jay – Find A Way (ft Abby Jasmine) (2024)

"Find a Way ft. Abby Jasmine" è un brano di Prxd. Jay (si pronuncia Prodigy). Il testo affronta il tema del superamento di una relazione che non contribuisce più positivamente alla propria vita. Questa collaborazione segna un passo significativo nell'evoluzione del percorso musicale di entrambi gli artisti, con la produzione e l'ingegneria di Prxd. Jay, cantante newyorkese di Long Island e il dinamico stile vocale di Abby Jasmine, newyorkese di Staten Island. "Find a Way" non è solo una canzone, ma un inno alla crescita personale e alla sicurezza di sé di fronte alle avversità".




 

The Weeknd – Can’t Feel My Face (2015)

Abel Makkonen Tesfaye aka The Weeknd, 34 anni lo scorso 16 febbraio, è l’“artista del mese” in Soul Collection. Abel Makkonen Tesfaye nasce a Toronto, in Canada, da genitori etiopi, Makkonen e Samra, emigrati negli anni ottanta.

Due anni dopo l'uscita del suo ultimo album, The Weeknd è pronto a tornare sulle scene con un nuovo lavoro discografico, inoltre quest'anno tornerà sul palco e sarà anche lo sceneggiatore e attore di un nuovo film in uscita.

La critica ha lodato "Can't Feel My Face", paragonando il sound della canzone ai lavori di Michael Jackson; Rolling Stone l'ha classificata come la migliore canzone del 2015. È stata inoltre nominata per due Grammy Awards: Record of the Year e Best Pop Solo Performance.




 

Myles Sanko – Dream Chaser (2024)

Con "Dream Chaser", Myles Sanko continua ad affascinare il pubblico con la sua miscela unica di soul, jazz e testi significativi.

Myles spiega: "Questa canzone è per chiunque abbia mai avuto un sogno e abbia affrontato dubbi o battute d'arresto. Serve a ricordare che i propri sogni sono validi e vale la pena perseguirli, e che non si è soli nel proprio viaggio".

Il nuovo album “Let It Unfold” sarà pubblicato il prossimo 4 ottobre.




 

Usher – My Boo (ft Alicia Keys) (2004)

My Boo è un duetto fra Usher ed Alicia Keys, scritto da Jermaine Dupri, Manuel Seal, Jr., Adonis Shropshire, Keys, e Usher. Impostata su uno stile hip hop, la canzone è stata prodotta da Dupri. La canzone è stata inclusa nella seconda release del quarto album di Usher Confessions (2004).




 

Rae Khalil – Is It Worth It (2024)

Rae Khalil, cantautrice vincitrice di un Grammy Award come miglior performance di rap melodico ai Grammy Awards del 2021 grazie alla partecipazione a “Lockdown” di Anderson .Paak, ha firmato per Def Jam Recordings tramite l'etichetta Apeshit proprio di Anderson Paak. La cantante, (che avevamo conosciuto mesi fa per aver cantato nel singolo “Grace” di Carrtoons) ed ex concorrente di uno show di Netflix "Rhythm + Flow", ha anche condiviso con l'etichetta il suo singolo e video di debutto, "Is It Worth It".




 

Britti – So Tired (2023)

Brittany Guerina aka Britti era una commessa di un negozio di musica a New Orleans. Il percorso di Britti da dietro il bancone alla preparazione per l'uscita del suo ipnotico disco d'esordio Hello I'm Britti, prodotto e co-scritto da Dan Auerbach dei Black Keys e uscito lo scorso 2 febbraio, con 11 brani che vengono aperti proprio dal singolo “So Tired”.




 

Pharrell Williams – Frontin’ (ft Jay-Z) (2003)

Charles Hugo, in arte Chad Hugo compie 50 anni. E’ un musicista e produttore discografico statunitense che fa parte del duo The Neptunes insieme a Pharrell Williams e del trio N.E.R.D. Da sottolineare che Chad lanciò come produttore anche il singolo Rock your Body di Justin Timberlake.

Frontin' è un singolo del rapper e produttore discografico Pharrell, pubblicato il 3 giugno 2003 come secondo estratto dal primo album dei The Neptunes The Neptunes Present... Clones.

Frontin’, che rappresentava il primo singolo da solista di Pharrell, fu un ottimo successo negli Stati Uniti arrivando ad essere il trentaquattresimo disco più venduto del 2003, secondo la rivista Billboard, e fu inserito nell'album The Neptunes Present... Clones, che debuttò al primo posto degli album più venduti nell'agosto del 2003. Il singolo vanta la collaborazione di Jay-Z.




 

Kenya Vaun – Used To (2024)

La giovane artista di Philadelphia Kenya Vaun pesca dal passato per il suo nuovo singolo “Used To”, La canzone, una struggente lettera d'amore al suo partner, infatti ruota attorno ad un campione del classico di Billy Stewart “Sitting in the Park” del 1965. La sua interpretazione emotiva e i suoi testi accorati invitano gli ascoltatori a immergersi nel calore di un'epoca passata, dove l'amore era puro, appassionato e resisteva alla prova del tempo.




 

Keith Sweat – Lay You Down (2024)

Keith Sweat ha festeggiato San Valentino con una nuova canzone, "Lay You Down", prodotta da Wirlie Morris. In questo brano appassionato, Sweat fa una serenata alla sua dolce metà, esprimendo il suo desiderio di soddisfarla al massimo in camera da letto. Keith Sweat non si faceva sentire da "Can't Nobody" del 2021 con Raheem DeVaughn.

"In questa fase della mia carriera, faccio musica che mi spinge a dire qualcosa. Non sono interessato a pubblicare musica per il gusto di fare statistiche". L'ultimo album di Sweat, Playing For Keeps, è stato pubblicato nel 2019.

Tra le altre notizie, il suo album di debutto del 1987, Make It Last Forever, sarà ristampato in vinile da Rhino Records il 23 febbraio, nell'ambito delle celebrazioni del Black History Month.



 

SIPHO. – The Chemicals (2023)

The Chemicals è un singolo, pubblicato agli inizi di agosto, contenuto anche nell’album di debutto di Sipho., (un cantante di Birmingham con genitori dello Zimbabwe) pubblicato a fine ottobre ed intitolato Prayers & Paranoia. The Chemicals è una canzone che parla di dubbi su se stessi e del tentativo di superarli, alla ricerca della pace mentale. Affrontando alcune difficili questioni personali, SIPHO. abbraccia la maturità, con il suo lirismo riflessivo abbinato a una voce audace e drammatica.




 

Re:um - Reverence (2024)

RE:UM è il nickname scelto dal multistrumentista Elliott Eriksen, attivo dal 2019. Con la sua musica costruisce le proprie orchestre virtuali su ritmi lenti per creare brani dance di genere diverso. Prima bassista poi chitarrista in diverse band , quando ha iniziato a sperimentare con il suono elettronico, mescolando elementi di funk e soul con il downtempo e la dance, ha iniziato a produrre musica che avrebbe formato le sue uscite come RE:UM. Sta pubblicando singoli ogni 15 giorni, il primo del 2024 è “Reverence”.




 

The Family Stand – Sweet Liberation (1990)

In questi giorni compie gli anni Vernon Jeffrey Smith un sassofonista, produttore e cantante di Harlem, New York.  Ha prodotto artisti come Daryl Hall, Corey Glover, Paula Abdul, Heather Headley, Tamia e molti altri. È co-fondatore e membro del gruppo The Family Stand, con Sandra St Victor e Peter Lord.




 

.multibeat – Cold Nights (ft GINGE) (2024)

Il trio olandese di Utrecht, .multibeat presenta il singolo "Cold Nights". Questa miscela di jazz, soul, funk, r&b e persino un po' di reggae, rock e pop vede la partecipazione della cantante GINGE (senza la R) e la chimica vocale tra lei e Jon Ari (1/3 dei .multibeat) è semplicemente eccezionale. La canzone parla di "forte appeal e messaggi contrastanti". Questo è il terzo e penultimo singolo tratto dal prossimo album dei .multibeat, Channel Island, in uscita il 26 aprile via Vokall Records.




 

D’Angelo – Me And Those Dreamin’ Eyes Of Mine (1995)

Per l’appuntamento con “il disco del mese” in Soul Collection, per il mese di febbraio abbiamo scelto l’album di D’Angelo, “Brown Sugar”.

Brown Sugar è il primo album discografico in studio del cantante statunitense Michael Archer aka D'Angelo (50 anni l’11 febbraio), pubblicato il 3 luglio 1995. La produzione, gli arrangiamenti e la composizione sono stati curati dallo stesso D'Angelo, affiancato nel ruolo di produzione da alcuni produttori tra cui Raphael Saadiq, Kedar Massenburg e Ali Shaheed Muhammad, quest’ultimo produttore della canzone che dà anche il titolo all’album e brano scelto come singolo di punta.




 

Bella Brown & the Jealous Lovers – Living Proof (2024)

Sulla scia del primo singolo "Soul Clap", che è anche il brano che dà il titolo al loro nuovo album, un pezzo soul-disco intitolato "Living Proof".

Originari di Chicago e ora di base a Los Angeles, Bella Brown & The Jealous Lovers sono specializzati nelle sonorità soul e funk degli anni '60 e '70. Guidati dalla carismatica e dinamica Bella Brown che incarna una miscela di Tina Turner e Sharon Jones, incanalando le protagoniste femminili dei film Blaxploitation degli anni '70.

Supportato dai talentuosi musicisti di The Jealous Lovers, questo gruppo offre un'interpretazione unica e moderna dei tradizionali generi soul e funk attraverso accattivanti performance dal vivo. Il nuovo singolo "Living Proof" è un esempio lampante del loro stile distintivo e ricorda i The Tramps con il tocco soul di Sam e Dave, celebra l'amore per se stessi, l'accettazione e l'orgoglio, invitando gli ascoltatori a divertirsi in un brano dance che incoraggia la proclamazione della felicità individuale.




 

Jagged Edge – Where The Party At? (ft Nelly) (2001)

Compie 48 anni Kyle Norman un cantante appartenente al gruppo R&B Jagged Edge. Qualche anno fa le cronache hanno riportato di un atteggiamento tutt’altro che esemplare del cantante; percosse alla fidanzata (poi diventata moglie), risse, contrabbando di droga e alcool e detenzione di armi da fuoco. Oggi è ancora un membro attivo dei Jagged Edge e ha lanciato una sua linea di oli per la barba.

Nel gruppo ci sono i fratelli gemelli Brian e Brandon Casey (Brandon è stato coinvolto recentemente in un incidente stradale) ed infine Richard Wingo.




 

Ebony Winter – Black Is Beautiful (2023)

Ebony Winter è una giovane cantante di Rotterdam, ha solo 21 anni, ma ha già una voce potente e molto soul. Ha iniziato a farsi conoscere nell’ottobre del 2023 con il singolo “Wish I Could Say” seguito agli inizi di dicembre dal nuovo brano “Black Is Beautiful”.




 

Billy Woods - Checkpoints (ft Kenny Segal) (2019)

Il virtuoso MC di Washington D.C., Billy Woods e il produttore Kenny Segal nel 2019 si uniscono per dare vita al primo album di Woods “Hiding Places” dopo Known Unknowns del 2017. Lo sforzo collaborativo, pubblicato attraverso l'etichetta Backwoodz Studioz di woods, è quasi interamente prodotto da Segal, con l'eccezione di "crawlspace", co-prodotto da Blockhead, un frequente collaboratore di woods. Tra gli ospiti dell'album figurano MOTHERMARY, Self-Jupiter e ELUCID. Proprio con Elucid, Billy Woods ha creato il duo Armand Hammer.




 

Daniel Caesar – Waiting In Vain (2024)

Daniel Caesar ritorna con un'interpretazione del classico di Bob Marley "Waiting In Vain" in chiave soft, dal biopic “Bob Marley: One Love” in uscita questo weekend. La cover di Caesar è una delle sette interpretazioni presenti nell'album della colonna sonora, che include le proposte di Kacey Musgraves, Wizkid, Leon Bridges, Jessie Reyez, Bloody Civilian e Skip Marley, il nipote di Bob Marley.




 

Erykah Badu – Window Seat (2010)

Erykah Badu, pseudonimo di Erica Abi Wright (Dallas, 26 febbraio 1971), è una cantautrice e attrice statunitense.

"Window Seat" è il singolo principale del suo album New Amerykah Part Two (Return of the Ankh) del 2010. È stata prodotta dalla Badu e James Poyser. La canzone è una ballata low-tempo con un testo che riguarda l'evasione e il desiderio di un amante. Il video musicale di "Window Seat" mostra Badu che cammina per le strade intorno a Dealey Plaza a Dallas, in Texas, spogliandosi lentamente fino a rimanere nuda, prima di essere colpita da un assassino invisibile. La nudità pubblica di Badu, le riprese di guerriglia e le allusioni del video all'assassinio di John F. Kennedy hanno suscitato polemiche tra i fan e i critici.




 

L'intera playlist "WEEKLY Soul Collection" la puoi trovare in Home Page con le altre nostre selezioni: MONTHLY Soul Collection, CLASSICS Soul Collection e la Soul Collection CHART.

Good Vibes.




Post recenti

Mostra tutti

Comentários


bottom of page